top of page

Come nasce una nocciola

Storia di un'utopia diventata realtà

Aprire uno spazio come La Nocciola era un sogno nel cassetto: dare vita a un luogo che favorisse l’incontro, la scoperta, il dono. Creare uno spazio capace al contempo di generare benessere e iniziativa sociale.

Per tanti anni ho esitato, sapevo che non è facile avviare progetti innovativi. Nel mentre continuavo a desiderare un mondo migliore e a osservare come attorno a me, i segnali di malessere crescessero. Ragazzi/e che vorrebbero trovare un posto nella società, ma che per un motivo o un altro continuano a trovarsi ai margini, persone di tutte le età che vivono un senso di malessere altalenante. Siamo confrontati/e con una realtà che ci propone tanti, troppi, drammi da osservare o da vivere. Le guerre, il cambiamento climatico che è in essere, le esigenze del mondo del lavoro o della scuola che possono disumanizzarci, il tempo che non abbiamo per stare vicini ai nostri/e cari, i salari, che per molti/e non sono sufficienti a garantire una vita serena.

Eppure, in questo contesto ho sempre incontrato persone brillanti, che sperano, che riflettono, che fanno. Quello che possono. Ho cominciato a pensare che accanto al mondo che non mi piace, c’è già un mondo diverso che cresce, al quale in tanti/e contribuiamo.

Finalmente convinta sia delle necessità di una simile proposta, che della possibilità che questa venisse capita e accolta, ho deciso di trasformare il sogno in realtà. Per dar forma al desiderio sono tornata al perché di una Nocciola, all'idea di un mondo diverso e ho scelto di aprire una società a garanzia limitata, di muovermi in autonomia, con l'idea che se vogliamo uscire dal circolo attuale è anche di un’economia altra che abbiamo bisogno.


Voglio credere che se ci fermiamo a riflettere possiamo decidere di spendere non per oggetti che non ci sono essenziali ma per dare qualità e prospettiva al nostro tempo. La Nocciola propone questo, la possibilità di trascorrere momenti di qualità, dotati di senso, bellezza e altruismo. Uno spazio che è frutto di entusiasmo e solidarietà, di un agire razionale vincolato ad un'urgenza utopica, che si sostiene unicamente attraverso la sua offerta, attraverso chi sceglie di investire nelle mille e una possibilità che offre

Comments


bottom of page